DISTURBI IN GRAVIDANZA

Ciao a tutte,
spesso sopratutto nel primo trimestre di gravidanza, noi donne incinte accusiamo dei disturbi che, sebbene non gravi, possono essere fastidiosi tanto la limitare le nostre normali attività. 
Le principali patologie  della gravidanza sono:
DISTURBI MINORI IN GRAVIDANZA di Bambinimamme.blogspot.it
NAUSEA, VOMITO E MAL DI TESTA.
Questi primi sintomi sono imputabili ad una rallentata attività e motilità gastrica  e già dalla 5° fino alla 12/14° settimana, per noi donne risulta gravoso sbrigare le normali faccende domestiche  in quanto "pesano" di più.  
Naturalmente, oltre al riposo, si consiglia una dieta ricca di vitamina B6 che possiamo ottenere da:


  • cereali ( pane, biscotti, crackers, pasta preferibilmente integrale)
  • legumi ( come piselli e lenticchie)
  • verdure ( sopratutto quelle a foglia verde)
  • patate,
  • latte,
  • uova,
  • pesce (tonno, salmone e merluzzo)
  • carne ( pollo e fegato di bovino)
  • erbe aromatiche ( come alloro,salvia e menta)
  • frutta secca ( mandorle e nocciole)

Evitate cibi raffinati e ricchi di grassi e zuccheri, il caffè e alimenti oleosi o ricchi di spezie.
Pare che lo zenzero sia un ottimo rimedio contro la nausea, ( io non  l'ho sperimentato) ma sembra funzioni. Inoltre, bevete molto, fate piccoli spuntini durante l'arco della giornata e passeggiate. 
Se poi gli episodi di nausea e vomito sono talmente frequenti che ci si disidrata, allora è meglio rivolgersi subito dal ginecologo. 
Evitate il più possibile assunzione di farmaci, che come sempre ricordo vanno assunti solo sotto stretto controllo medico.
DISTURBI MINORI IN GRAVIDANZA di Bambinimamme.blogspot.it

BRUCIORE DI STOMACO
E' causato dal reflusso nell'esofago di acido gastrico; con l'avanzare della gravidanza, il nostro utero si ingrossa e comprime sullo stomaco causando cosi il bruciore (PIROSI). Anche per questo disturbo, si consiglia una dieta utilizzando tecniche di cottura leggere come il forno, la griglia e il vapore, evitando l'uso di grassi per il condimento, le fritture, gli arrosti, le salse e il caffè. In stadi più avanzati della gravidanza può invece giovare dormire su un fianco e magari utilizzare un doppio cuscino per cercare di avere leggermente sollevato il capo e la zona superiore del tronco.

LA STITICHEZZA ( STIPSI)
E' diffusissimo in gravidanza soffrire di questo disturbo. Si calcola che il 10% circa della popolazione soffre cronicamente di questo malessere. Due sono le cause principali di questo problema:
  • diminuzione della motilità intestinale, dovuta agli ormoni della gravidanza
  • aumento di volume dell'utero che comprime l'ultima parte dell'intestino.
La dieta è il rimedio principale per combattere questo disturbo, ricordatevi di associarla ad un po' di movimento.
Tutti gli alimenti ricchi di fibre vegetali facilitano il transito intestinale stimolando la motilità dell'intestino. La crusca contiene grandi quantità di fibre vegetali, ed agisce quasi come lassativo naturale; inoltre è importantissimo bere un bicchiere di acqua tiepida al mattino prima della colazione in quanto facilita la defecazione.
Fate attenzione, poiché la stitichezza accentuata favorisce la comparsa di emorroidi sopratutto quando esiste già una certa "predisposizione", quindi prevenire con una buona dieta è meglio che curare.
DISTURBI MINORI IN GRAVIDANZA di Bambinimamme.blogspot.it

GONFIORE ALLE GAMBE E VARICI
Un altro problema che si può presentare in gravidanza è la comparsa delle vene varicose. Di solito colpisce le donne già predisposte o che accusano già questo disturbo e sono accentuate dall'aumento del volume dell'utero che comprime le vene del bacino. Il sangue ristagna a livello dei vasi venosi, che tendono a dilatarsi e a causare le varici sopratutto negli arti inferiori. 
Dobbiamo evitare di stare troppo tempo in piedi senza camminare, esporci al sole poiché favorisce la dilatazione venosa e soggiornare in generale in luoghi troppo caldi. 
Evitate l'uso di cerette e possibilmente di giorno, indossate delle opportune calze elastiche. Durante la notte e nei momenti di riposo è consigliabile sdraiarsi con le gambe leggermente sollevate (nel letto con un cuscino sotto le gambe).

PERDITE VAGINALI
Durante la gravidanza è normale un aumento della secrezione vaginale che è dovuto all'incremento della vascolarizzazione della vagina, normalmente è di tipo lattiginoso e inodore. Unico inconveniente fastidioso è una continua sensazione di bagnato. 
Dobbiamo lavarci spesso con acqua tiepida e un sapone neutro utilizzando biancheria in cotone di colore bianco (per verificare costantemente il colore di tali perdite). 
Nelle ultime settimane di gestazione noterete un improvviso aumento delle secrezioni vaginali; è perfettamente normale, ed è dovuto alla discesa nel bacino della testa del bambino che comprimendo favorisce la discesa di liquido nella vagina. 
Le normali perdite vaginali non generano sintomi di bruciore, prurito o arrossamento,  che al contrario sono sintomi di possibili infezioni, come vaginiti. 
In caso di comparsa di questi fastidiosi sintomi, bisogna rivolgersi dal medico che ci consiglierà la cura più adatta alla nostra infezione.

Prossimamente, vi parlerò dei dolori alla schiena, e al nervo sciatico e del senso di stanchezza perenne che attanaglia noi donne incinte...

Capisco e  riconosco che molti di questi disturbi sono "malesseri" e non patologie vere e proprie, ma sostengo (e penso molte di voi saranno d'accordo) che i problemi della gravidanza sono molti, diversi e ci mettono a dura prova... solo il risultato finale ci appaga di ogni nostra sofferenza.
Ciao alla prossima e un in bocca al lupo ( crepi!!!!!) a voi tutte